NO SE CATA CHIETE

Venerdì, 1 Dicembre, 2017 - 21:00
 

La vicenda si svolge un giorno d’estate, nella pensioncina di montagna “La Quiete”, dove il meritato relax dei villeggianti viene disturbato da un cercatore di funghi di passaggio.

Nel tentativo di rifuggire la routine della propria vita, i protagonisti, coppie o singoli che siano, fanno i conti con l’adattamento ai ritmi della vacanza, alla ricerca di una quiete tanto agognata e di una nuova quotidianità.

L’armonia formale delle relazioni viene così stravolta ora dall’emotività, ora dalla razionalità.

 

Più che una storia vera e propria, prende vita sulla scena un intreccio di situazioni che stanno tra il teatro dell’assurdo, il varietà e la commedia comica.

Nel susseguirsi di battute, giochi di parole, contorsionismi verbali e nell’altalena continua tra risate aperte e sorrisi appena accennati,

il pubblico ha modo di specchiarsi con ironia nelle relazioni che si animano sul palco come nella vita.

Non importa se siamo in montagna, al mare o in città... la quiete è un miraggio che una volta raggiunto spesso non ci appaga e ci rimanda ad una nuova ricerca…

 

ecco perchè NO SE CATA CHIETE.

 

 

Abbonamento a I' Aseni del Borgo RSS